Durata: 4 ore

Il tour vuole rappresentare la città attraverso la ricostruzione storico-urbanistica in un percorso cronologico, dall’inizio della fondazione romana ai nostri giorni, iniziando dal percorso immaginario del fiume Auser attraverso la centuriazione, conosceremo l’anfiteatro Romano del II sec. d.C., mostrando la trasformazione subita in epoca medievale con il riutilizzo della cavea e dell’arena, l’attuale piazza Anfiteatro.

Visiteremo la basilica di San Frediano, bellissima chiesa iniziata nel VI secolo con una interessante storia di rivoluzionamento del proprio asse a causa della costruzione delle mura medievali nel X secolo.
La presenza di colonne romane di riporto e di alcuni capolavori dell’arte cittadina ne fanno un punto fondamentale per comprendere l’evoluzione della città.

Attraverso via Fillungo, il cardo maximum del municipium romano, oggi centro del commercio della città, arriveremo a piazza San Michele con la bellissima chiesa romanica già esistente nel VIII secolo, costruita sul sito del forum romano.

Proseguendo per via Santa Croce, corrispondente al Decumano maximum, raggiungeremo la bella chiesa di Santa Maria Forisportam con la colonna romana termine delle corse con bighe, e arriveremo a porta San Gervasio facente parte della prima cerchia medievale della città, ancor oggi delimitata dal fossato.

La parte a est della città è peculiare per la presenza di grandi spazi aperti, sede di conventi e ville rinascimentali.
Villa Bottini, di impianto cinquecentesco, è considerata il prototipo delle residenze lucchesi delle colline circostanti.

Arriveremo quindi alle Mura rinascimentali dove vi mostrerò le varie trasformazioni subite nel corso dei secoli dal monumento e dal territorio circostante.
Le mura di Lucca sono un patrimonio storico ancora intatto, l’ultimo atto di una repubblica che sempre si prodigò per la propria libertà.

Arriveremo quindi all’abside della cattedrale di San Martino, parte gotica di una fabbrica che perdurò per secoli e che racchiude i più preziosi tesori della città.

Per terminare, raggiungeremo piazza Napoleone con il palazzo Ducale progettato da Bartolomeo Ammannati nel 1500 e già parte della cittadella di Castruccio Castracani, condottiero Lucchese del XIV secolo che arrivò a rivaleggiare con Firenze.
La piazza, nata per volere della principessa Elisa Baciocchi Bonaparte, sorella di Napoleone, che governò la città all’inizio del XIX secolo, venne realizzata nel 1806 sacrificando i quartieri medievali che insistevano sul luogo, tra i quali la chiesa di San Pietro Maggiore della quale restano le quattro colonne agli angoli della piazza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *